Telecom non ripara i pali caduti

I primi di Luglio, un temporale estivo fa cadere un palo del telefono (già pericolante) lasciandoci più di 15 giorni senza telefono né rete.

Dopo innumerevoli chiamate al 187 e numeri verdi dedicati, otteniamo che un tecnico intervenga per mettere una “pezza” al cavo tranciato.

Risultato:
Riusciamo a telefonare e a navigare, ma c’è un cavo del telefono che ciondola ad un metro da terra, un palo disteso sul ciglio della strada ed un altro palo pericolante, tutto questo da un mese e mezzo (e chissà per quanto rimarremo così).

Condividi:
Subscribe
Notificami
38 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
29 Luglio 2019 10:37

Il sistema di riparazione funziona ma per molti motivi (numerosi pali caduti e la cattiva organizzazione italiana e la naturale condizione del paesaggio italiano spesso di difficile accesso o scarsamente popolato…) non si hanno le riparazioni.

Una di queste è il fatto che nessuno utilizza il fax (scrivete al 187) e quindi non pone (essendo un documento questo di tipo legale – scripta manent) le condizioni affinché Telecom sia costretta ad interessarsi all’emergenza segnalata.

Preparate un breve testo, magari una foto della situazione (chiara) e inviatela via fax (costo di pochi euro a meno che non abbiate un servizio di fax virtuale). La raccomandata con ricevuta di ritorno è anche buona ma ha un corso pesante (9 o piu Euro o forse 5 in base al costo della benzina per le Poste Italiane) e quindi non è la migliore soluzione plausibile.

E’ semplice… quindi inviate un fax con tutte le informazioni, recapito telefonico di coloro che sanno del problema o voi stessi e indicate alla ditta dove fare l’intervento … Gli appaltatori interverranno.
Cerchiamo di seguire le regole alla fine tutti le seguono.

Anonimo
Anonimo
7 Giugno 2019 13:08

La lista che si legge qui mostra la gravità della situazione dovuta alla presenza dell’individualismo piu gretto è malato che caratterizza il provincialismo dei cittadini italiani, che pensano al proprio giardino senza capire senza agire senza avere competenza e visione per il futuro.
Se ci fosse gente seria noi non avremmo questa situazione da Nord a Sud. Purtroppo questo ce lo meritiamo perché la gente qui in Italia è ignorante e vuole pure avere vantaggio da questa situazione.

Anonimo
Anonimo
7 Giugno 2019 12:57

Ultimo resoconto Giugno 2019 –
In seguito a fax inviato a 800 000 187 (con minaccia di procedere per vie legali) con anche immagini ed indirizzo e-mail a cui rispondere la telecom ha inviato ditta subappaltata a riparare alcuni pali (non quelli richiesti visto che uno di questi nonostante fosse mostrato si trovasse in un bosco “non sarebbe riparabile con il personale inviato”). Il lavoro richiesto non è stato fatto ma “bisogna ringraziare” ti dicono perché altrimenti rischi che nulla venga fatto ti dicono, ovvero un sopralluogo con foto e poi un ulteriore intervento piu costoso in futuro.
Si deve chiudere gli occhi e andare avanti, perché “non ci sarebbero soldi”.

Il problema sta nella TIM l’azienda che beneficia del monopolio EX SIP (e che ha quindi oggi come per magia tutta la rete) e che non ha denaro per gestire l’intera rete, ma che beneficia di affitti dei vari ISP (internet service providers) e che si basa sulla mafia che è diffusa in tutta l’italia. L’inefficienza non è che una tenda per coprire la realtà: la ditta appaltatrice come in tantissimi altri casi (ad esempio installazione pali ENEL, installazione dei pali della luce e altri lavori pubblici) è costituita da personale non formato su cui viene delegato purtroppo il gioco che su cui tirano a campare i manager di queste aziende come TIM. L’inefficienza è scaricata sull’operato degli esecutori dei lavori che subiscono a tutti gli effetti l’inefficienza ,non solo ne sono gli “indiretti responsabili”, che è all’interno dell’organizzazione aziendale di TIM (ex Telecom).

Il discorso è che bisognerebbe completamente cambiare cultura organizzativa di TIM non solo quella della cittadinanza e della competenza al Sud e al Nord Italia.

Ad ogni modo la realtà di cui bisogna essere al corrente è questa: TIM possiede un ‘ intera rete telefonica che non mantiene e ci ha mangiato e ci mangia sopra oltre a minacciare licenziamenti e quant’altro.
Finché si supporta questa realtà e non si riscopre trasparenza, cittadinanza, sorveglianza appalti e competenza\formazione il problema che si è espanso a macchia d’olio ovvero poggia su più livelli (piu attori: dai manager, agli esecutori dei lavori ai cittadini stessi spesso poco informati) il problema non si risolve.

Mi è stato anche chiesto di non denunciare per evitare di mostrare come stanno realmente le cose.
Mi è successo lo stesso in una polizia municipale per i rifiuti. Vi rendete conto? Questo è il Sud\ Centro italia. E l’Italia in generale è questa perché queste cose succedono anche su (dove ad esempio denunci per fumi la presenza di un area irrespirabile alle 5 di pomeriggio ma siccome l’impresa che è responsabile di questo e gli enti preposti al controllo lo sanno, è a capo dell’intero successo economico dell’area, non c’è nulla che possa far venire a galla il problema; si cercherà sempre di far finta che tutto va bene).

Intanto la gente muore, intanto abbiamo incredibili inefficienze con danni alla competizione e all’economia inestimabili. Questo è il Paese in cui viviamo, se accettiamo che vada così e non muoviamo un dito per cambiarlo insieme non c’è nulla che eviterà che vada sempre peggio.

Bombardate di Fax 800 000 187 precisi intimando necessità di intervento, altrimenti nulla si muove.

Anonimo
Anonimo
6 Aprile 2019 14:20

Ciao a tutti, segnalo una situazione del genere in zona “semi montana” in provincia di Frosinone. Un ragazzo molto preparato 2 anni fa ha completato un censimento con QR code applicato ai pali e ha confermato due pali pericolanti (si trovano sul terreno di un vicino che li ha resi pericolanti con i suoi lavori agricoli).

La linea regge e i pali reggono perché un albero li tiene tesi.
Al momento sono quindi i cavi che tengono su i pali.

Nessuna esagerazione.

I pali in questo caso sono privi di QR code e segnati in rosso. Telecom ovviamente aspetta che si apra reclamo, o una causa poi per danni provocati. La cosa è grave perché qui poi la linea ha una portata di 20Mbps e quindi non è un patrimonio DA NULLA di cui si tratta. Anche un anziano ha bisogno del telefono e di internet, userò le informazioni condivise se ancora valide.

Telecom possiede tutta la rete italiana a parte ciò che è cablato con fibra ottica da Fastweb nelle città e qualche altro pezzo privatizzato da altre aziende (altrimenti tutto è affittato da telecom ai vari ISP Internet Service Provider).

Grazie e spero il processo di condivisione sotto questo post continui.

Anonimo
Anonimo
13 Aprile 2019 17:24
Reply to  Anonimo

Confermi che il numero funziona, ma la Telecom non mi ha richiamato nella settimana, nonostante l’operatore mi avesse detto mi avrebbero richiamato per un sopralluogo. Se dovesse staccarsi la linea i danni sarebbero ingenti anche perché i cavi sono del 2015 stesi e della ditta Tratos. Se vedeste la situazione, nonostante la mia calma o l’idea che vi siete fatti, vi mettereste a ridere: devono intervenire, non si può tirare avanti così.
Poi lasciano senza connessione e linea telefonica in montagna un sacco di persone.

Anonimo
Anonimo
24 Aprile 2019 17:39
Reply to  Anonimo

Aggiorno ulteriormente ma con un nuovo post che spiega la procedura:
quando parliamo con i centralinisti è possibile, come in qualsiasi altra situazione, di incappare in qualche nuovo arrivato o scansa fatiche.
Una volta chiamato il numero segnalato a questa pagina https://oaimprese.telecomitalia.com/oa/seo/Servizi/Segnalare-situazioni-di-pericolo.html?_nfpb=true&_windowLabel=GenericPortlet_3&_pageLabel=Servizi&nodeId=/OA_REPOSITORY/4957

E che ad oggi Aprile 2019 è il numero 800 41 50 42, vi risponderà una persona che potrebbe essere in buona fede o meno. Una volta capito di chi si tratta (potrebbe dirvi che se non avete un numero telecom non potete procedere: cavolate!, potrebbe dirvi che è tutto fatto senza nemmeno darvi un numero pratica: boiate!…)

Dovrete ricevere non solo delle domande che vanno a chiarire la posizione dei pali, dei cavi, il loro stato attuale etc, ma vi chiederanno anche un contatto telefonico, una mail, oltre a darvi dei dati che servono a risalire alla PRATICA DI RECLAMO che avete aperto. Un numero ticket.

La numerazione è inventata.
Faccio un esempio chiarissimo: 0047827894 (10 cifre) di numero pratica.
ID # con numero scheda tecnica 6178457 (7 cifre nel mio caso)
il vostro prefisso senza numero telefonico nel caso non foste clienti telecom.

Per fare un reclamo scriverete a PEC: telecomitalia@pec.telecomitalia.it riferendo gli stessi dati trasmessi dall’operatrice\operatore a telefono, o invierete un fax a vostre spese, per un reclamo al 06 54 43 22 65 (nel mio caso Roma (06) perché i pali fatti notare sono in lazio.

Se non avete questi dati non fate niente e vi stanno prendendo in giro. Punto due, conferma la stessa operatrice che senza fare reclamo sarà difficile procedere, visto che spesso non richiamano, non procedono a riparare \ sistemare la situazione.

Spero che tutto questo lavoro sia utile a rendere l’Italia un Paese migliore. Condividete informazioni utili.
Pazienza e costanza!

Grazie

Anonimo
Anonimo
24 Aprile 2019 17:41
Reply to  Anonimo

Mi pare ovvio che nel caso non aveste numeri pratica e altro dovrete richiamare il numero gratuito per trovare un altro operatore con cui fare la pratica finché non troverete quello giusto.
Purtroppo questo paese è pieno di incompetenti che si infilano in uffici per guadagnarsi il pane togliendolo a gente che invece merita di più di loro furbi e criminali…

Sara
Sara
13 Aprile 2017 10:53

Ciao a tutti..io invece ho un problema di questo genere. Sul terreno del mio vicino di casa stavano due pali telecom di legno che servivano per portare la linea telefonica alla mia abitazione ma il vicino li ha abbattuti e si è fatto un po di legna (pali con cavi telefonici scollegati per fortuna). Se adesso chiedo la linea telefonica mi fanno pure ripagare l’installazione dei pali. A chi mi devo rivolgere?

Anonimo
Anonimo
7 Giugno 2019 12:59
Reply to  Sara

Devi denunciare il vicino e segnalare alla Telecom l’accaduto via scritta. Fax 800 000 187
Inoltre informa il vicino che i pali sono trattati e ci rimette lui con la sua salute e tutto il vicinato, con l’aria che respira. Complimenti per l’ignoranza di questo pirata.

Qui comunque il vicino ha sradicato i pali, e “ho detto tutto” (anzi non ho detto tutto ma non voglio tediare nessuno con il disastro che è TIM e la cittadinanza italiana praticamente priva di ogni civiltà ed educazione\istruzione).

Giuseppe
11 Giugno 2015 18:24

Ringrazio voi tutti per aver ottenuto dalle Vs, risposte il n. telefonico 800415042 della TELECOM per segnalare PALI GUASTI.
Dopo aver chiamato tale numero, con un’attesa accettabile di 1,30 minuti, e dopo ave digitato il prefisso di Venezia, mi ha risposto un operatore che ha aperto la pratica e mi ha dato i relativi numeri.
Ora spero che fra qualche giorno SOSTITUISCANO il palo.
Grazie di nuovo a Voi amici e amiche per tale importante numero, senza dover passare per il 187.
Giuseppe Vesco

Anonimo
Anonimo
7 Giugno 2019 13:05
Reply to  Giuseppe

Caro Giuseppe, devi fare in formato scritto una diffida (via Fax) intimando che procederai a denuncia se non verrà fatto intervento e segnalando che ti rispondano in forma scritta a indirizzo email.
A me la risposta è arrivata, sono intervenuti ma comunque non in maniera completa.

Devi anche coinvolgere altre persone a fare lo stesso. Via Fax 800 000 187 devi procedere a scrivere magari corredando anche di foto il fax che invii per chiedere intervento.
Non può farlo sempre la stessa persona altrimenti non intervengono.

Purtroppo ci sono ditte sub appaltate che prendono percentuali, il gioco è quello che porta inefficienze su inefficienze. Intanto il Paese va a pezzi. C’è bisogno di competenza una visione politica per cambiare questa situazione dovuta al fatto che TIM eredita una enorme struttura di impianti telefonici dalla SIP (Ex telecom ora TIM)… bisogna poi fare i conti con giri che gli esecutori dei lavori per diverse scuse e incompetenza e corruzione sempre per mille lavori che avvengono sul nostro territorio portano di conseguenza.

L’obiettivo è mangiare il più possibile non quello di far funzionare il Paese. Una delle cause principali è la scarsa formazione, educazione, problemi demografici (tutte le teste sono emigrate e scarsità abitanti), etc.
Fai il fax e intima conseguenze legali, segnala un indirizzo a cui risponderti.

ANC
ANC
7 Ottobre 2013 9:55

Comunico per quanti ne avessero necessità il numero di fax Telecom per eventuali reclami : 800000187

Silvana
7 Gennaio 2013 20:58

Da più di un mese, i cavi del telefono sono stati rimossi dai pali per circa 4 km. e non sono ancora stati rimpiazzati. Abbiamo un’agenzia immobiliare che lavora esclusivamente per telefono e siamo isolati. Anno 2013, ma sembra di essere nel 1915. Gli operatori del gestore telefonico LIBERO INFOSTRADA non sanno come risolvere il problema e intanto noi stiamo perdendo potenziali Clieti. Ditemi voi a chi devo chiedere risarcimento danni causa disservizi?

fiorenza
fiorenza
6 Aprile 2012 10:05

mi chiamo fiorenza,abito a verbania….nel giardino ho un palo del telefono(mi avevano chiesto il permesso di metterlo per poter dare la linea al vicinato e io non HO SAPUTO DIRE DI NO…)..adesso mi trovo con i fili(che si sono staccati dal palo) che penzolano per terra…tra poco farò dei lavori di manutenzione con un ponteggio..e quei fili creeranno dei problemi… ho telefonato al numero verde 800415042..e dopo vari tentativi, mi hanno risposto dicendomi che avrebbero risolto il problema,sono passati due mesi….non ho visto nessuno..e sono giorni che non riesco più a parlare con qualcuno al numero verde…qualcuno..che ha risolto il problema mi consiglia???

fiorenza
fiorenza
6 Aprile 2012 9:57

mi chiamo fiorenza,abito a verbania….

Giulio
Giulio
8 Ottobre 2011 10:39

Ciao, dopo aver letto le vostre lamentele mi sono messo il cuore in pace.
Ieri 07/10/2011 un pale telecom marcio si è spezzato al livello del terreno e adesso appeso per 3 linee telefoniche pende pericolosamente sulla strada.
Ho chiamato il 187, li mi hanno dato il numero verde per le linee pericolanti : 800415042. Chiamo, il telefono squilla risponde una voce registrata che mi chiede di digitare il prefisso telefonico e le prime 2 cifre del numero telefonico della zona. Benissimo penso, se non fosse che poi il telefono squilla per 1 minuto circa finché la linea cade.
Dopo varie telefonate inconcludenti chiamo i vigili del fuoco (vista la pericolosità della situazione), mi rispondono che avrebbero mandato qualcuno a controllare e contattato chi di dovere. Il palo continua ad essere la classica “spada di Damocle” e temo che resterà così per molto tempo…

Giuliana
Giuliana
30 Marzo 2011 16:43

Ciao, ho appena finito di parlare (anzi sbraitare) con un geom. Telecom che deve ripristinare 5 pali caduti vicino a casa mia e che hanno interrotto la linea. E’ da agosto che aspetto (l’ultima scusa è che non si possono metter i pali finchè il campo non si è asciugato: e se continua a piovere????) e non so più a che santo rivolgermi. Credo che proverò con la CORECOM.

Piero
Piero
28 Dicembre 2010 18:13

Martina Franca 15/12/2010 strada Pudula Cappa 34…anchio sono vittima di un palo Telecom caduto nella mia proprietà e relativo cavo tranciato che giace a terra…ogni giorno chiamo e richiamo 187 e numero verde 800415042 ma non fanno altro che dirmi un sacco di min…ate E’ UNA VERGOGNA!!!

oriana
oriana
26 Dicembre 2010 1:00

io abito nel comune di capannori precisamente a guamo . vi faccio presente che nella MIA PROPRIETA’ C’E’ UN PALO ORMAI STA PER CADERE,andrebbe sostituito

webadmin
Admin
26 Dicembre 2010 8:23
Reply to  oriana

Oriana, tieni conto che questo è solo un blog privato ! :-D
Sono un semplice utente Telecom Italia che, come voi, si è trovato nei guai quando un palo della mia linea telefonica è caduto.
Non posso risolvere nulla. Solo agevolare lo scambio di informazioni tra persone con il solito problema.

valentino
valentino
7 Settembre 2010 16:31

Salve mi chiamo Spada Valentino ho 34 anni e sono residente in c.da
Giordano ad Adrano in provincia di Catania.Alcuni anni fa circa 5 alcuni pali di
legno(quelli per il telefono)situati nei pressi della mia abitazione
sono ceduti forse per mancata manutenzione,uno di questi e caduto
proprio nel cancello di casa mia,distrugendolo in mille pezzi.Per
fortuna non vi era nessuno che stava entrando o uscendo,perche nel caso
probabilmente oggi non sarebbe piu vivo.
La cosa che mi sconvolge e’
che da allora dopo diverse comunicazioni,telefonate ecc.fatte alla
telecom,questa non si e’ degnata di rispondere,ne di ripagare le spese
che abbiamo dovuto sostenere per ripristinare il tutto.Il tutto
dimostrabile con referti della P.S. ricevute fax,testimoni,ecc..E sono passati anni.Noi
cittadini italiani abbiamo ancora dei diritti?
VERGOGNA!!!!

GINO
GINO
6 Novembre 2009 18:42

IO ABITO IN CAMPAGNA ” GROTTAROSSA ” CALTANISSETTA AVEVO FATTO LA PRIMA SEGNALAZIONE 8 MESI FA PER UN PALO PERICOLANTE VICINO ALLA STRADELLA HO FATTO TANTISSIME TELEFONATE AL NUMERO VERDE CHE MI AVEVA DATO LA TELECOM PER FARLO METTERE A POSTO,HO TELEFONATO AL 113 SPERANDO DI RISOLVERE IL PROBBLEMA MA MI HANNO RISPOSTO SE DAVA FASTIDIO DI CHIAMARE I POMPIERI DUE MESI FA HO PARLATO CON UNA PERSONA DELLA TELECOM CHE MI HA DETTO CHE VENIVANO A SISTEMARE PRESTO UN MESE FA’ IL PALO E’ CADUTO A TERRA E’SONO VENUTI DUE VOLTE I TECNICI A FOTOGRAFARE IL PALO IL PALO E’ ANCORA A TERRA AVEVO TELEFONATO A STRISCIA LA NOTIZIA MA NON MI HANNO RISPOSTO.
COSA DEVO FARE?

Giordano
Giordano
26 Ottobre 2009 10:42

Un palo pericolante telecom pende su casa mia, per giunta ho richiesto l’attivazione della linea telefonica e non si può fare per non so quale problema…oltre al danno la beffa.
Mi potreste dare il numero verde per le segnalazioni?

ADAMO
ADAMO
6 Ottobre 2009 19:12

DAVANTI ALLA MIA ABITAZIONE VI SONO DEI CAVI AEREI SU’ PALI TALECOM, A PENSOLONI INSOMMA SGRAPPETTATI DAL CORDINO DI ACCIAIO CHE DOVREBBE REGGERLI QUESTO DA ALMENO 3 ANNI VARIE VOLTE HO TENTATO, MA’ INVANO A SEGNALARE TALE INCONVENIENTE SENZA MAI RIUSCIRE NELL’INTENDO NON ULTIMO IERI 05/10/09 DALLE ORE 15,00 ALLE ORE 19,00 SPESSO MI RISPONDEVA UN OPERATORE MA POI CADEVA LA LINEA INFINE IN SERATA VERSO LE 19,00 MIRISPONDEVA A MALO MODO UN’ALTRO OPERATORE IL QUALE MI DICEVA MA A QUEST’ORA COSA VIOI!!!!!!!!NON SAI CHE GLI UFFICI SONO CHIUSI. PROVATE A CHIAMARE ANCHE VOI AL 800415042

Marco
Marco
12 Settembre 2009 18:04

Ciao a tutti mi chiamo Marco quello che è successo a voi non è niente, almeno il telefono e internet funziona pensate bene che il 30 Ottobre del 2008 e ripeto 2008 oggi e il 12 Settembre 2009 pensate che gli zingari si sono rubati 2KM di cavi telefonici tagliando pali e facendo danni alle proprietà da quel giorno un’intera zona di cui è compresa la nostra utenza è completamente isolata ed il 187 non sa risponderci, hanno provato a ripristinare la linea ma sono arrivati a metà e poi hanno pensato bene di tornare a rubare i cavi.
Saranno circa 200-300 utenze e a ogni utente sono la metà del canone ogni giorno di mancata riparazione dopo le 48 ore dalla segnalazione(ad oggi sono 1500€ ad utenza) con quei soldi avrebbero interrato minimo 3 volte le linee. e chi paga???????????Noi poveri cogl….
Pensate che hanno una denuncia dalla Autorità garante per le comunicazioni e dalla Procura della Repubblica quindi vedete un pò voi quanto sono prepotenti.

Giovanni
Giovanni
4 Agosto 2009 21:47

Anche io mi aggiungo alla lista,in data 02/08/2009 una macchina è andata fuori strada finendo a sbattere contro un palo(sip)ora maledetta TELECOM,la quale dopo una mia richiesta di assistenza mi hanno risposto:mà il tuo telefono funziona?Se il telefono le funziona noi non possiamo attivarci,e intanto il palo ciondola pericolosamente vicino al ciglio della strada,è sorretto solo dai cavi.Ora mi domando,mà in che razza di mondo stiamo vivendo,questi signori si beccano 60 euro ogni 2 mesi senza che io faccio una telefonata,si,perche io uso il voip,ma intanto loro si beccano quasti soldi senza muovere un dito,quindi siccome questi hanno le orecchie tappate,chiedo urgente intervento allo stato il quale deve spronare questa gente,che si sono abituati a prendere senza dare,chi vule capire capisca…

melinda
melinda
17 Luglio 2009 20:18

Anche nel nostro giardino da almeno un anno c’è un palo pericolante, sostenuto solo dalla recinzione. Ripetute telefonate al numero competente hanno avuto come effetto solo un paio di visite per accertare l’esistenza del problema ma nessun intervento di ripristino è seguito al sopralluogo. Da un momento all’altro il palo potrebbe precipitare magari invadendo anche la strada provinciale, ma nessuno sembra preoccuparsene. Ci sarebbe anche una interruzione del servizio, ma anche questo evidentemente non importa alla società telefonica. Che cosa devo fare?

barbaro giuseppe
barbaro giuseppe
29 Maggio 2009 20:06

Dopo aver letto, sconcertato, i commenti sopra citati,ho pensato subito alla soluzione immediata del problema che mi accingo a esporvi: nella mia propietà,sito in Martina Franca in via Peppuccio n°37 cont.da S.Domenico,gli operatori Telecom hanno ripristinato la linea telefonica attaccando i cavi sulla rete del recinto della mia propietà, lasciando il palo abbattutosi procurando anche danni al recinto,sulla pavimentazione appena messa.Il mese prossimo vado a villeggiare e quell’incomodo non lo voglio. Dicevo prima che per risolvere il problema, subito, mi farò sentire per vie legali.

webadmin
Admin
3 Maggio 2009 17:25

Dopo quasi 2 anni, finalmente, Telecom la scorsa settimana ha cambiato il palo caduto e il palo pericolante.

Non c’è male.. :-D

Gianfranco
Gianfranco
22 Aprile 2009 15:30

Due pali pericolanti nel mio villaggio a colleciuccio San giovanni in fiore (CS ) o chiamato oggi stesso al numero 800415042 pali pericolanti comuniato il tutto ad un operatore subbito reggistrato l’intervento ….procedura che o già fatto un paio di anni fa in una situazione simile tutto andato a buon fine — spero pure adesso

giuseppe
giuseppe
5 Aprile 2009 13:43

per questi problemi chiama al 187 lo ti daranno un numero di telefono dove rispondera la voce guida e ti dara un numero di fax per inviare la richiesta

Alberto
Alberto
19 Febbraio 2009 22:02

Confermo stessa situazione in Piemonte.
qualcono conosce un numero di fax ove inviare reclamo scritto e indirizzo postale per raccomandata?
Se potete aiutarmi grazie.

Alessandro
Alessandro
10 Gennaio 2009 16:56

Bè questo mi consola in un certo senso poichè non sono l’ unico a essere madato male dal centralinista che risponde al numero verde dei pali pericolanti… io abito in campagna e mi ritrovo 2 pali che da un momento all’altro mi possono cadere in testa. Per di più un palo è nella mia proprietà mentre l’altro si mantiene su di un albero nel terreno del mio vicino. Scusate volevo sapere ma io sono responsabile in qualche modo della manutenzione dei pali dato che il mio vicino ha deciso di ricorrere per via legale nei miei confronti? Risp per favore grazie mille

salvo
salvo
4 Agosto 2008 12:25

Noi abbiamo risolto il problema, questo mi dicono al 187. in realtà il cavo l’ho aggiutato io e giace sulla strada calpestato dal traffico da 15 giorni. non so cosa fare. ho fatto un fax all’ufficio pali pericolanti, ma non o avuto nessuna risposta. solo un miracolo può risolvere il dramma.
salvo, via chiesa antica 16, zafferana etnea CT

Antonino
Antonino
5 Giugno 2008 1:54

Un palo Telecom, all’interno della mia proprietà (Marsala – Trapani)appoggiato sulla recinzione lato ingresso, per cause dovute al deterioramento del legno, è caduto provocando danni al cancello d’accesso e alla line telefonica. L’intervento di Telecom è avvenuto solo perchè sono stati fatti intervenire i Vigili del Fuoco (il palo ostruiva l’ingresso) e nonostante ciò a distanza di alcuni giorni e solo per una verifica. Il lavoro di ricollocazione è avvenuto dopo circa dieci giorni e solo dopo aver concordato, con un ingegnere Telecom, il riposizionamento e la tipologia di installazione, ovvero senza tiranti che deturpavano il prostetto d’ingresso.
Il danno subito, ovvero la riparazione effettuata al cancello d’accesso, dopo circa sette mesi dall’incidente non è stato risarcito, nonostante Telecon sia stata inormata varie volte ed in modo alquanto puntuale.
Forse mi affiderò ad un legale sia per il risarcimento del danno materiale sia per il risarcimento del danno esistenziale e morale.
E’ bene che Telecon incominci a pagare e a pagare bene per le proprie prepotenze.

alex
alex
12 Dicembre 2007 13:31

Idem.
Da me il palo e’sradicato e poggia sul guardraill sostenuto solo dai cavi
E’ indecente che in 15 giorni nessuno si sia fatto sentire e al 187 nn sappiano cosa fare.

webadmin
Admin
14 Ottobre 2007 9:39

Infatti, siamo a metà Ottobre e niente è cambiato

riccardo
riccardo
13 Ottobre 2007 18:26

idem. ma da me sono anni e per di più la mia recinzione sostiene il palo. loro dicono che intervengono solo se la linea è guasta. è una indecenza ho anche chiamato la protezione civile e loro hanno detto chiamate la telecom.
Non mi resta che il gabibbo.
Riccardo